istanbul escortsescort bayanistanbul escorttrabzon oto kiralamachip satın alchip satın alsürgülü kapı motorubahis sitelerirestbetcanlı bahis sitelerizynga chipyeni bahis sitelerikiralık bahis sitesipvc zemin kaplamatrabzon escortgaziantep escortbeylikdüzü escort

Arki TEXT – Patrimonio culturale del Diarc: digitalizzazione dei fondi librari, manualistici, fotografici e cartografici

Sempre di più negli ultimi anni, i più consapevoli operatori operanti nel campo culturale e scientifico hanno indirizzato lo sforzo per una maggiore democratizzazione dei saperi, e per l’incremento di fonti open source disponibili a vastissime categorie di utenti interessati. Si può dire, in certo modo, che il tema della ricerca di una “fruizione ampliata”, a cui si tende per i siti monumentali e per i beni architettonici, interessa anche i beni archivistici e librari. Per l’architettura in specie, sia per il rapporto della disciplina con la sua tradizione plurimillenaria, sia per il suo ambito di interesse per luoghi, siti e paesaggi fortemente segnati in senso storico-antropico, si può dire che resti fondamentale e imprescindibile il confronto con materiali bibliografici, iconografici, cartografici e archivistici antichi, spesso di difficile consultazione per la loro rarità, oltre che per la loro deperibilità. L’offerta di testi e immagini rari per la consultazione open source, mentre per un verso agisce in coerenza con gli odierni indirizzi di promozione delle digital humanities, consente di preservare maggiormente la fragile consistenza fisica di questi importanti beni.
Erede della più antica e importante tradizione dell’insegnamento dell’architettura nell’Italia meridionale, nei successivi passaggi che hanno portato la Scuola di Architettura dell’Accademia a trasformarsi in autonoma Scuola superiore, poi Facoltà universitaria, e infine in Dipartimento, il DiARC ha da sempre una speciale sensibilità per questi temi, sia perché annovera un gran numero di consapevoli fruitori di questi beni – docenti, ricercatori, dottorandi, tesisti, studenti – sia perché possiede in gran numero testi, immagini e documenti rilevanti per antichità e per rarità.
Da queste considerazione è nato il presente progetto coordinato da Silvia d’Ambrosio, e sviluppato da Rosario De Rosa, Fortuna Giosafatto, Emma Labruna, Giovanna Loggia, Mauro Scala, con il supporto scientifico di Fabio Mangone e Raffaele Catuogno. Ci si è concentrati in particolare sul ricco patrimonio della storica Biblioteca Roberto Pane, offrendo alla consultazione digitale open source un cospicuo numero di importanti e storici testi, dopo aver verificato che non fossero disponibili su altre piattaforme, assicurando in termini scientifici la correttezza delle informazione resi disponibili, in termini di esattezza della catalogazione e di completezza della digitalizzazione.
È evidente che questo lavoro segna l’inizio di un lavoro progressivo teso ad agevolare studenti e ricercatori interni ed esterni, vicini e lontani.

 

Webstaff | Regolamento | Mappa del Sito | © DiARC Dipartimento di Architettura via Toledo, 402 - 80134 Napoli ITALY | fax +39 081 2538717 | P.IVA 00876220633