istanbul escortsescort bayanistanbul escorttrabzon oto kiralamachip satın alchip satın alsürgülü kapı motorubahis sitelerirestbetcanlı bahis sitelerizynga chipyeni bahis sitelerikiralık bahis sitesiepoksi boyatrabzon escortgaziantep escortbeylikdüzü escort

In occasione del weekend Open House Napoli il 26 e il 27 ottobre il DiARC partecipa con una serie di iniziative sia all’interno delle proprie sedi che sul territorio.

Nelle tre sedi di San Demetrio e Bonifacio, di Palazzo Gravina e dello Spirito Santo saranno organizzate delle visite guidate e allestite tre mostre:

“Il rapporto antico/nuovo”, a cura di Vanna Cestarello, allestita a San Demetrio e Bonifacio, ospita i lavori del master per la città storica, l’ipotesi di progetto per San Demetrio e, nella sagrestia, il lavoro del Dipartimento su Palazzo Penne.

“La facoltà, il Dipartimento e il Territorio”, a cura di Maria Pia Amore, ospita i contributi di moltissimi docenti sviluppati all’interno di convenzioni, lavori e studi sul territorio.

“Il Moderno a Napoli. Luci e ombre “a cura di Claudia Sansò ha come obiettivo il far conoscere, prima di tutto agli studenti e poi, speriamo, anche ad altri l’ edificio dello Spirito Santo come emblema di “una modernità” difficile e talvolta carica di compromessi.

Ma l’impegno del Dipartimento non si limita a queste tre mostre.

Orfina Fatigato e Maria Cerreta allestiscono, sempre a Forno Vecchio la mostra SQUINN, un importante lavoro, sviluppato nel MAPA, su alcune aree dei Quartieri Spagnoli, individuate nell’ambito della Variante al Piano regolatore del Comune di Napoli. La mostra è il punto di partenza di un itinerario dentro i Quartieri Spagnoli, da loro stesse istruito e curato.

Renata Picone apre la Chiesa trecentesca di DonnaRegina. Prestigiosa sede della Scuola di Specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio.

Carlo Gasparrini e Anna Terracciano hanno curato l’allestimento della mostra sui risultati del loro lavoro sugli spazi pubblici nella prestigiosissima sede del MANN.

Giovanni Multari, Alfonso Morone, Paola Ascione, Nicola Flora con Francesca Iarusso, Francesca Capano e Pietro Nunziante hanno organizzato una serie di visite guidatein diversi luoghi della città come testimonianza “attiva” della presenza del DiARC.

Ovviamente dietro tutto questo lavoro c’è l’impegno degli oltre ottanta studenti che ci stanno aiutando e che sono la vera anima dell’iniziativa.

2019 spirito santo

2019 gravina

2019 sdemetrio

Webstaff | Regolamento | Mappa del Sito | © DiARC Dipartimento di Architettura via Toledo, 402 - 80134 Napoli ITALY | fax +39 081 2538717 | P.IVA 00876220633